fbpx

DONNE CON LE GONNE

IL BLOG

21/ 02/ 2020: davanti a un bicchiere di vino inizia a prender vita Donne con le gonne.

Abbandonata ogni sorta di elucubrazione mentale decido di imbarcami in quest’avventura, senza definire una meta o degli obiettivi, ma lasciandomi guidare dalla passione.

Per chi mi conosce, sa quanto mi costi non prendere carta e penna e fissare una meta, pianificare e dettagliare ogni step delle attività previste, ma è arrivato il momento di farlo, di vedere cosa succede quando ti abbandoni agli eventi.

Di una cosa sono certa, quella di voler lavorare per offrire contenuti che nel loro piccolo possano darvi spunti di riflessione.

PERCHE’ CREARNE UNO

Ne esistono talmente tanti che io per prima mi sono chiesta: – “Perchè farlo?”

Perchè dare vita a un diario se l’ultimo che ho scritto è datato anni Novanta e risale alla mia adolescenza. Forse il motivo è proprio questo! Non appartengo ai post millennials e ho attraversato il passaggio che da carta e penna mi ha condotto al ticchettio dei tasti di un pc.

Volendo sintetizzare, ho creato un blog perché voglio trasmettere una passione.

Novità? Assolutamente no. Necessità? La stessa di quasi tutti I blogger: manie di protagonismo celate (e neanche tanto) dalla voglia di condivisione.

PERCHE’ “DONNE CON LE GONNE”

Perché per godere dell’approvazione di qualcuno, è necessario assomigliare a un uomo? Perché se una donna è emancipata e indipendente, allora “porta i pantaloni”? Perché mantenere una famiglia, lavorare lontano da casa o gestire più attività contemporaneamente, debba far pensare che quella donna ha “le palle”?

Forte di queste riflessioni ho pensato: che ben vengano le gonne, i trucchi e qualsiasi cosa sia additata come “femminile”, perché tanto un sostantivo non basta a rendere l’universo che c’è dietro.COSA RACCONTARE

 

COSA RACCONTARE

La cosa che mi sta più a cuore: le donne!

Donne che lavorano, donne madri, donne single, che convivono, sposate o divorziate, donne che hanno trovato il loro posto nella storia, donne che vivono nei quaranta minuti di una serie TV, donne che si sono fatte o si stanno facendo strada per diventare inconsapevoli modelli in grado di ispirare la cerchia di chi sta loro vicino o, perché no, le future generazioni.COSA RACCONTARE

Share This